Actinidia, Oriental Red®: l'innovazione varietale targata Jingold

Il kiwi rosso, vincitore del Premio Innovazione al Fruit Logistica di Berlino nel 2019, incrementa i volumi prodotti con grande attesa da parte dei consumatori che hanno apprezzato molto le sue qualità

Actinidia, Oriental Red<sup>®</sup>: l'innovazione varietale targata Jingold - Plantgest news sulle varietà di piante

Foto 1 - Oriental Red®: il frutto

L'innovazione varietale da sempre incuriosisce i mercati ed i consumatori che sono alla ricerca di prodotti ortofrutticoli nuovi. Quali sono gli strumenti necessari per ottenere un frutto dalle caratteristiche vincenti? Il punto di partenza è l'identificazione di una varietà con caratteristiche gustative ottime, gestita da una organizzazione in grado di valorizzare al meglio la tecnica agronomica e l'intera filiera produttiva.

Proprio la ricerca in questo settore ha permesso di selezionare una pianta di kiwi (Actinidia chinensis) dalle caratteristiche esclusive, Oriental Red® di Jingold. Dal 2015, in Italia, sono iniziati i primi impianti di questo kiwi, una varietà dalla polpa gialla ed un cuore rosso intenso: una varietà che si contraddistingue per le sue caratteristiche uniche.
 

Caratteristiche vegeto produttive

Oriental Red® è una varietà di kiwi rosso che si adatta bene ai diversi areali di coltivazione. Uno studio biennale dell'Università di Bari ha confermato il ridotto fabbisogno in freddo rispetto alla varietà di riferimento Hayward (Tabella 1).  Questa caratteristica la rende adatta anche negli areali del Sud Italia, dove generalmente non si raggiungono le ore in freddo sufficienti ad ottenere una buona produzione su altre varietà. Il valore medio registrato di ore in freddo è di circa 400-500 ore.

Fabbisogno in freddo varietà di kiwi
Tabella 1 - *Metodo Weinberger: Metodo di misurazione delle ore in freddo mediante sommatoria delle ore del giorno con temperatura < 7°C

Per quanto riguarda le caratteristiche vegeto produttive, per prima cosa è importante sottolineare che Oriental Red® è caratterizzata da un anticipo di tutte le fasi fenologiche rispetto alla varietà Hayward, di circa 2-3 settimane. La precocità di germogliamento deve essere presa in considerazione nel caso di coltivazione in areali a rischio di gelate primaverili. In questo caso, è possibile dotare l'impianto di un sistema di irrigazione antibrina e/o di copertura con teli plastici. Sebbene la varietà possa essere coltivata con ottimi risultati con impianti dotati di sola rete antigrandine, l'eventuale copertura con telo antipioggia, oltre a garantire una maggiore protezione della coltura, permette la creazione di un microclima favorevole allo sviluppo delle piante, che porta a raggiungere delle eccellenti performance anche dal punto di vista produttivo e qualitativo.
 
Impianto di actinidia in allevamento sotto copertura con telo plastico
Foto 2 - Impianto in allevamento sotto copertura con telo plastico

La pianta è dotata di una vigoria medio alta, questa caratteristica permette un ottimo rinnovo annuale dei tralci produttivi e consente di ottenere una pianta ben formata nel giro di pochi anni, con conseguente entrata in piena produzione dal quarto anno. Il periodo di fioritura si registra in base all'areale di coltivazione verso la fine del mese di aprile pertanto, al fine di provvedere ad un'ottima impollinazione dei fiori, è stata selezionata una varietà maschile di actinidia che permette di coprire tutto il periodo di fioritura (varietà maschile Moshan Xiong n°2) la quale è anticipata rispetto ad Hayward di circa due settimane. Oltre alla messa a dimora della varietà con contemporaneità di fioritura, si sottolinea l'importanza di curare bene l'impollinazione con l'impiego di tecniche agronomiche quali ventilazione o impiego di bombi fino all'integrazione con la distribuzione di polline artificiale, poiché solo una corretta impollinazione permette lo sviluppo di frutti di qualità.
I primi dati relativi al peso medio dei frutti ed alla produzione per ettaro confermano una produzione di 30-35 tonnellate/ettaro con un calibro medio di 95 grammi.

Oriental Red® al quarto anno di produzione
Foto 3 - Oriental Red® al quarto anno di produzione


Colore rosso

Il colore rosso della polpa, composto prevalentemente da antociani che vengono prodotti dalla pianta, inizia ad essere visibile nella parte centrale della polpa a partire da fine luglio e continua ad incrementare di intensità fino alla raccolta. Per misurare questo parametro è stato creato un indice che valuta il diverso  grado di intensità. I risultati dei campi che sono entrati in produzione in questi primi anni mostrano che in tutti i principali areali di coltivazione è stato possibile raggiungere un livello di intensità di colore rosso ottimale che, diversamente da quanto riportato in bibliografia per altre varietà simili, non sembra essere influenzato da temperature elevate durante il periodo estivo (Tabella 2). 
 
Tabella 2 - Intensità di colore rosso della polpa
*IR < 50: rosso scarso; IR > 50 e < 75: rosso intensità media; IR > 75: rosso intenso
Tabella 2 - Intensità di colore rosso della polpa
 

Epoca di raccolta

La raccolta avviene a partire dalla seconda decade di settembre. Nelle fasi di sviluppo, il frutto presenta un colore della polpa verde che, in fase di maturazione, evolve al giallo; in questa fase, il contenuto di amido inizia a degradare e si trasforma in zuccheri. Al momento della commercializzazione, il frutto raggiunge un contenuto zuccherino superiore a 18° gradi Brix ed eccellenti livelli di sostanza secca. Un'altra caratteristica di cruciale importanza per il successo di questa varietà è rappresentata dall'elevata capacità di conservazione. Oriental Red® si mantiene fino a cinque mesi in conservazione in atmosfera normale. In Tabella 3 si riportano i valori dei principali parametri di qualità alla raccolta e dopo frigoconservazione.
 
Tabella parametri di qualita alla raccolta e dopo frigoconservazione
Tabella 3 - Valori dei principali parametri di qualità alla raccolta e dopo frigoconservazione
 

Commercializzazione

I primi risultati commerciali confermano il grande potenziale di questa varietà innovativa, che grazie alle sue caratteristiche di gusto consente di creare un maggior valore percepito per i clienti ed i consumatori, con un effetto positivo sui prezzi all'origine che, con una media di oltre 2,90 €/Kg, sono di certo i più alti della categoria.
 
Oriental Red® in commercializzazione
Foto 4 - Oriental Red® in commercializzazione
 

Conclusioni

Oriental Red® rappresenta di certo un'opportunità che consente ai produttori di kiwi una diversificazione produttiva ad alto reddito che, grazie alla sua precocità di raccolta, ben si integra con le altre varietà. Non a caso, a distanza di soli cinque anni dal suo lancio, sono già stati realizzati centinaia di ettari in diversi areali italiani e la sua produzione è in continuo aumento. Le caratteristiche varietali e organolettiche, l'innovazione del colore della polpa e del gusto, la gestione a club tutta italiana sono i grandi punti di forza del progetto di Jingold.

L'innovazione è da sempre alla base delle politiche di Jingold che da vent'anni propone selezioni varietali innovative caratterizzate da gusto e shelf life prolungata. Grazie alle caratteristiche varietali, anche il kiwi Oriental Red®, dopo solo due campagne di commercializzazione, si è subito affermato nei mercati europei ed è apprezzato anche oltremare, incontrando il gusto dei consumatori con un sapore esotico, molto dolce ed intenso.

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione...

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)