Nocciolo
Tonda di Giffoni

Nocciolo Tonda di Giffoni - Plantgest.com

Fornita dal CReSO di Cuneo e dall’Universita’ di Torino Dipartimento di Colture Arboree

Varietà  a maturazione precoce largamente coltivata in Campania ed in modo particolare nell'avellinese (si adatta ben anche in zone lomtane da quella di origine). Le piante sono vigorose, di rapida mesa a frutto e con elevata produttività . I fiori femminili sono recettivi del polline nei mesi di Gennaio e Febbraio. Buoni impollinatori risultano essere Tonda gentile romana, Tonda gentile delle Langhe e Nocchione. Nei noccioleti campani è spesso consociata, sempre ai fini dell'impollinazione, alle pregiate varietà  locali Riccia di talanico e Mortarella. I frutti di questa varietà  sono tondi, di media pezzatura e di colore scuro. La resa alla sgusciatura è elevata, la pellicola del seme si stacca facilmente alla tostatura e le caratteristiche organolettiche sono eccellenti tali da farla molto apprezzare ...
Varietà  a maturazione precoce largamente coltivata in Campania ed in modo particolare nell'avellinese (si adatta ben anche in zone lomtane da quella di origine). Le piante sono vigorose, di rapida mesa a frutto e con elevata produttività . I fiori femminili sono recettivi del polline nei mesi di Gennaio e Febbraio. Buoni impollinatori risultano essere Tonda gentile romana, Tonda gentile delle Langhe e Nocchione. Nei noccioleti campani è spesso consociata, sempre ai fini dell'impollinazione, alle pregiate varietà  locali Riccia di talanico e Mortarella. I frutti di questa varietà  sono tondi, di media pezzatura e di colore scuro. La resa alla sgusciatura è elevata, la pellicola del seme si stacca facilmente alla tostatura e le caratteristiche organolettiche sono eccellenti tali da farla molto apprezzare dall'industria dolciaria con sapore aromatico. Può risultare sensibile alle gelate tardive ed all'eriofide.

Leggi tutto nascondi

Calendario di maturazione

Distribuita da

Contatta l'azienda
Contatta l'azienda

Informazioni fornite dai distributori

Dati principali della varietà

Luogo di origine: Italia
Varietà  identificata per la prima volta a Giffoni vallepiana (SA) e derivata da ibridazione spontanea tra Corylus avellana L. e Corylus maxima Mill.

Tecnica di ottenimento: Ibridazione spontanea tra Corylus avellana L. e Corylus maxima Mill

Anno di diffusione: 1920

Fonte: CRA - Centro di ricerca per la frutticoltura (Roma)

Vuoi scoprire tutte le caratteristiche di questa varietà?

Proprietà della varietà   Resistenza alle avversità   Brevetti
Inserisci i tuoi dati per accedere

Non ricordi la password?

Accedi utilizzando un tuo account social

Continua con Facebook Accedi con Google

In caso di utilizzo dell'autenticazione Faceboook o Google, Image Line riceverà dal social network solo i dati necessari alla registrazione


Non sei ancora iscritto?

Registrati gratis

per scoprire la scheda tecnica
ed utilizzare tutti gli strumenti:
ricerca avanzata, confronto varietale
e calendario di maturazione

News correlate

2019
28
Micropropagazione, l'unione fa la forza
Micropropagazione, l'unione fa la forza - Plantgest news sulle varietà di piante

Il 20 giugno 2019 a Cesena si è tenuto un evento dal titolo 'Micropropagazione: nuove opportunità per giovani imprenditori e ricercatori', organizzato dall Soi-Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana. Ecco il reportage della redazione di Plantgest, tra presente e futuro.

Leggi tutto

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)