Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini
reportage

Kaki, una nicchia che guarda al futuro

Il kaki è una delle eccellenze del made in Italy e oggi sta conquistando i consumatori e i produttori. La redazione di Plantgest ha intervistato due protagonisti del settore: Divano Srl e Geoplant vivai

Kaki, una nicchia che guarda al futuro - Plantgest news sulle varietà di piante

Il kaki sta cresendo nell'interesse del mercato ma rimane ancora una nicchia

Fonte immagine: © JackMac34 - Pixabay

La produzione di kaki italiana per il 2018 ha subito un calo del 35-40% rispetto alla media produttiva standard. Situazione però rispecchia quanto avvenuto negli altri principali produttori europei, Spagna in primis. Le cause sono da ricercarsi principalmente nelle diverse avversità metereologiche alle quali sono state sottoposte le piante: gelate in aprile, raffiche di vento che hanno provocato caduta di foglie e frutti, bombe d’acqua, lunghi periodi di siccità, grandinate.

"E' un'annata da dimenticare dal punto di vista produttivo - spiega Mimma Divano, della Divano Srl -. La quantità complessiva prodotta di kaki sarà scarsa, senza contare il prodotto che pur cresciuto è poi stato danneggiato. Anche dal punto di vista commerciale non è stata una stagione fortunata, in quanto i consumi sono stati rallentati da un'autunno tendenzialmente caldo che non ha invogliato l'acquisto di referenze tipicamente autunnali"
 
 
Frutti di kaki Rojo brillante pronti per essere mangiati

L'azienda Divano Srl, leader in Italia nel kako, produce circa 35mila quintali all'anno 
(Fonte foto:  © Divano Srl - www.divanosrl.it)


"La nostra azienda - continua Divano - produce mediamente 35mila quintali di kaki su una superficie complessiva di 80 ettari (40 di proprietà e 40 gestiti da nostri partners). Negli ultimi anni il kako è sempre più apprezzato dal consumatore, pur rimanendo un prodotto di nicchia. Questo trend positivo ha sicuramente invogliato diversi produttori agricoli ad investire su questa coltura vista anche la loro attenzione a coltivazioni alternativa alle più tradizionali, pesco in primis. Per permettere un'ulteriore crescita del settore è però importante fare una riflessione: credo necessario puntare su un kako più tradizionale (ad esempio Kaki tipo e Kako vaniglia), migliorandone la qualità e la produttività. In questo modo potremmo, attraverso anche un'adeguata comunicazione, valorizzare una tipicità made in Italy e giocare così in un mercato dove i prezzi non sono al ribasso".  

 
Frutti di kaki maturi pronti per essere raccolti

Oggi ci sono due tipologie di kaki: più tradizionale astringente e più moderno non astringente 
(Fonte foto: © Scnold - Pixabay)


 

L'innovazione può aiutare

"Negli scorsi anni - spiega Gianluca Pasi, tecnico dei Vivai Geoplant - il kaki ha regalato buone soddisfazioni ai produttori. Oggi possiamo così considerarla un'interessante opzione alle coltivazioni tradizionali sempre più in crisi. Per raggiungere questo traguardo è però stato necessario un cambiamento delle varietà coltivate, avvicinandosi alle nuove esigenze del mercato e del consumatore mondiale, e porre maggiore attenzione al post-raccolta ed alla valorizzazione commerciale del prodotto. In quest'ottica possiamo vedere il passaggio dalla tradizionale varietà 'Kaki tipo', gradita per la dolcezza, l’aroma e la specifica tipologia di consumo dei frutti a cucchiaio alla più moderna Rojo Brillante gradita per i suoi frutti consistenti, dolci e da sbucciare. Per questo motivo abbiamo deciso d'inserirla nel nostro catalogo prodotti". Negli ultimi sette anni sono stati impiantati da Geoplant Vivai e resi produttivi circa 150 ettari di kaki in Italia. Le piante vengono prodotte in Spagna dai vivai Hernandorena. "Rojo Brillante è un'antica varietà spagnola - continua Pasi -, non edule alla raccolta (astringente) con pezzatura e peso (circa 270 grammi) superiori al Kaki Tipo. E' privo di melanogramma e leggermente oblungo. La colorazione esterna ed interna è aranciata alla raccolta, rossa in piena maturazione. Il sapore è dolce ed aromatico a completa maturazione. La pianta è vigorosa con habitus assurgente e di elevata produttività".

 
Frutto di kaki varietà Ribera Sun a confronto con Rojo Brillante

Frutti di Ribera Sun® a confronto con Rojo Brillante
(Fonte foto © Geoplant Vivai - www.geoplantvivai.com)

"A questa varietà si è aggiunta quest'anno Ribera Sun® - conclude Pasi -. Si è originata spontaneamente dalla capostipite Rojo Brillante, di cui ha mantenuto inalterati l’alta vigoria, il portamento assurgente e l’intensa produttività. E' prodotta in Spagna dai Vivers Hernandorena e licenziata sempre nella Penisola Iberica da Citrus Genesis. I suoi frutti però rispetto al capostipite presenta un frutto sferico e non più oblungo, elevatissimi valori di pezzatura (+8% rispetto a Rojo) ed un incremento di peso che corrisponde al 25% (facendo così raggiungere il peso medio di 330 grammi per frutto. Il sapore è dolce, come prevede la natura stessa del frutto, e la sua acidità si attesta su valori medio-bassi. L’epoca di maturazione è simile a Rojo Brillante ma - rispetto a quest’ultima - può essere anticipata di alcuni giorni grazie ad alcuni accorgimenti, in virtù dell’elevata pezzatura e della colorazione. Ciò che invece non si discosta da Rojo è la gradazione cromatica, che si presenta similare confermando l’assenza di difetti dell’epidermide".

Autore: Lorenzo Cricca

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione...

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®