reportage

Fragola, in arrivo tante nuove varietà

Il panorama varietale della fragola sta cambiando. Quali sono le principali varietà oggi coltivate? Quali le principali novità? La redazione di Plantgest, in vista del Simposio internazionale della fragola, fa il punto

Fragola, in arrivo tante nuove varietà - Plantgest news sulle varietà di piante

Fragole, quest'anno la produzione è stata buona e gli ettari coltivati sono cresciuti

Fonte immagine: © Agronotizie

Si torna ad investire sulla fragola in Italia, dopo la flessione registrata nel 2020. Nel 2021 infatti in base a quanto pubblicato da Cso Italy, nel report annuale sulla fragola in Italia, gli ettari dedicati a piante di fragola saranno 3.962: +9% rispetto allo scorso anno. Le fragole coltivate in coltura protetta rappresentano l'83% del totale, ed il restante è in pieno campo. La crescita è avvenuta in tutte le aree di produzione: sud Italia +10% sull'anno precedente, centro Italia +15% e nord Italia +1%. Al sud Italia la Basilicata (999 ettari) e la Campania (995 ettari) si confermano i principali bacini produttivi, coprendo assieme oltre il 60% del totale italiano. Seguono poi Veneto con 253 ettari, Sicilia con 319, Emilia Romagna con 200, Piemonte con 148, Calabria con 142, Provincia di Trento con 119 e Provincia di Bolzano con 8 ettari. Le altre 12 Regioni d'Italia presentano 672 ettari complessivamente (Fonte dati: Cso Italy).

Dall'1 al 5 maggio 2021 si terrà, principalmente sottoforma online, l'International Strawberry Symposium, evento presentato lo scorso 23 aprile al pubblico italiano nel corso di un webinar. Leggi l'articolo su AgroNotizie, di Barbara Righini, sulla conferenza stampa di presentazione dell'evento: Tutte le novita dell'international strawberry symposium, Cina presente in massa. La manifestazione è stata organizzata dal Crea e dall'Università Politecnica delle Marche. "L'Italia è un sistema Paese - spiega Gianluca Baruzzi del Crea di Forlì - dove la fragola viene coltivata dalla Sicilia al Trentino-Alto Adige, per quasi tutto l'anno, attraverso tecniche di coltivazione diverse (per aspetti agronomici e di tipologia di pianta) e varietà diverse. Un messaggio che è stato vincente per portare in Italia il simposio dopo oltre 30 anni". Su questa pagina del web site dell'ISS 2021 per seguire il convegno e le visite virtuali.

Pensare oggi di fare una sorta di Liste varietali sulla fragola è molto difficile, in quanto il progetto Liste di orientamento varietale dei fruttiferi finanziato dal Mipaaf e dalle Regioni che dal 1994 permetteva di realizzarla è terminato con il finire del 2016. "Fino all'anno scorso è proseguito in modo volontario - prosegue Baruzzi - grazie all'impegno di pochi Istituti ed aziende. Il progetto ha permeso di valutare diverse centinaia di varietà con lo scopo di dare informazioni oggettive e documentate a ricercatori, tecnici, frutticoltori, vivaisti e commerciali. In questo modo era possibile indicare cosa aveva dato i migliori risultati in termini di performance produttive nei vari areali e con le diverse tecniche. In questi ultimi anni ci siamo impegnati a portarlo avanti ma senza soldi è diventato impossibile".

 

Uno sguardo alle varietà in Italia

Quali sono quindi le principali varietà coltivate oggi in Italia? In linea generale ogni areale produttivo ha le sue varietà. Eccone un elenco in base ai dati forniti dal Cso Italy, rifacendosi ai valori catastali dei soci dello stesso Cso ed ai valori forniti dai vivaisti - sempre al Cso - sulle piante vendute sul territorio nazionale. In Basilicata il 68% del panorama varietale della stagione 2020/2021 è rappresentato da Sabrosa* Candonga®, anche se in flessione, seguita da NSG120* Rossetta® (il 10%) e poi da Melissa* (il 7%). In ambiente lucano ricordiamo anche Marisol, NSG207* Gioelita®, Plared 0639* RedSara® e Florida Fortuna. In Campania le prime due varietà sono Melissa* e Sabrina*, che rappresentano oltre il 60% degli impianti, seguite da NSG203* Marimbella®, Nabila*, NSG207* Gioelita®, NSG120* Rossetta®, CIVS115* Parthenope®, Kamila*. In Calabria si coltiva per il 47% Sabrina* seguita da Marisol con il 19% e Camarosa con l'11%. Ricordiamo anche Melissa*, Kamila*, Plared 0639* RedSara® ed Albion*. In Emilia-Romagna, dove ancora il 60% degli impianti è in pieno campo, la principale varietà è Sibilla* con il 21% del totale seguita da Brilla*, Joly*, Clery* ed Aprica*. Ricordiamo anche NF421* Asia, NF311Alba, Tea*, Romina*, CIVNB557* Lycia® e SG134* Malga® . In Veneto è Aprica* la più coltivata con il 16% del totale, seguita da Antea: poi abbiamo Elsanta, Sibilla*, NF205* Roxana®, Portola* e Clery*. In Sicilia i dati del Cso non permettono di elaborare una distribuzione varietale precisa, anche se sembra confermarsi il predominio di Florida Fortuna che distacca Melissa*, Coral Rociera e Nabila*. Per maggiori informazioni sulle varietà e sui vivaisti che vendono piante di queste varietà puoi consultare la Banca dati di Plantgest, il punto di riferimento per le scelte legate alla coltivazione delle piante: per avere tutte le informazioni registrati, è gratis.

 
Fragola, cresce il numero delle nuove varietà
Ogni areale produttivo di fragole made in Italy ha le sue varietà
(Fonte foto: © Vivai Geoplant)


Mancano all'appello tre areali importanti, che però il Cso non ha potuto verificare puntualmente sull'aspetto del panorama varietale presente. Diamo qualche nome preso dall'articolo 'Fragola, le varietà più coltivate', pubblicato su Plantgest nel 2020, dove Gianlucca Baruzzi del Crea elencava, in base all'attività di sperimentazione volontaria di alcune realtà, le principali varietà coltivate. In Piemonte abbiamo NF311* Alba, NF421* Asia, Antea, Brilla*, Clery*, Lia* Sugar Lia, Arosa* (Vivai Salvi) ed Argentera* nel gruppo delle fragole unifere mentre Albion*, Civri30* Elsinor®, Charlotte* (Vivai Geoplant), San Andreas* (Vivai Geoplant), Portola*, Monterey* (Vivai Geoplant) e Murano* (Vivai Geoplant e Vivai Salvi) nel gruppo delle fragole rifiorenti. In Trentino la tecnica principale è quella del 'fuori suolo' e tra le varietà unifere abbiamo Elsanta®* mentre tra le varietà rifiorenti citiamo Murano* e Portola*. In Alto Adige la principale varietà unifera è Elsanta. Si stanno affermando anche impianti con con varietà rifiorenti, soprattutto in coltura fuori suolo: capofila varietale Murano*.
 

Dove va il miglioramento genetico?

Negli ultimi anni si sta assistendo ad un forte rinnovamento varietale causato dai tanti progetti di miglioramento genetico che sono oggi attivi. Progetti che stanno cercando varietà dalle alte performance produttive, agronomiche e commerciali e che allo stesso stempo abbiano qualità organolettiche intrinseche capaci di soddisfare i molti consumatori. Dal 2016 ad oggi sono state oltre 200 le nuove accessioni depositate presso il Cpvo o Ufficio comunitario delle varietà vegetali. Di seguito alcune delle principali novità acquisite dal web site del Cpvo, a partire dal 2016 tra le varietà con brevetto concesso (garanted) e applicazione attiva (active application). L’Università della California ha licenziato sei nuovi interessanti genotipi: 2 unifere, adatte agli ambienti del Sud (Warrior* e Victor*), e 4 rifiorenti (Cabrillo* - con qualche ettaro coltivato -, Moxie*, Royal Royce* e Valiant*). L’Università della Florida ha invece messo sul mercato Florida Beauty* (rifiorente) e Florida Brilliance* (unifera), per le quali sono in corso prove di coltivazione anche in Italia. La Berry Genetics ha 4 nuove accessioni:  Alegria*, Renewal*, Inspire*OvationBG63024*.

La Planasa ha depositato negli ultimi cinque anni 18 nuove accessioni. Fra le più importanti ci sono Savana® Plared0955* e RedSara® Plared0639*, quest’ultima coltivata anche nelle aree meridionali italiane. Il programma di Fnm-Fresas Nuevos Materiales ha diffuso recentemente Rabida*, MarismaFnm*, RocieraFNM*RikasFnm*. Due piccole realtà private - Masia Ciscar SA e Berries del Oeste - hanno sviluppato da tempo un proprio programma di ricerca mettendo sul mercato rispetivamente Chelsea® A1372*, Palmeritas® A1329*, Leyre® A1409*, Calderòn® A1326*, Leticia® A1517*, Cleopatra® A1371*, Selene® A1415* e Shyra® A1307* (provate in alcune aree italiane) e Jacqueline*, Arwen*, Viena*, Inas*, Constanza* e Mèrida*.

 
Fragola, sempre più produttive e buone grazie all'innovazione varietale
Sono oltre 200 le nuove varietà in Europa registrate presso il Cpvo negli ultimi 5 anni, con l'Italia a fare da capofila
(Fonte foto: © AgroNotizie)


In Francia sono attivi alcuni programmi., che però non hanno prodotto garndi risultati: Darbonne, Ciref (Invenio) e Marionnet.  In Olanda il più importante programmia è il Fresh Forward Hoding, che prende origine dalla storica attività avviata dall’Università di Wageningen, che ha recentemente diffuso Allegro*, Verdi*, Fandango*, Balada*, Ritmo*, Calindo*, Opera* e Twist*. Poi abbiamo il programma di Vissers che ha permesso di realizzare 7 nuove varietà: Elly*, Everly*, Polwina*, Cory® P241102*, Destiny® P061105*, Fernando* ed Harmony® P061103*, T031403* e UO31508*. Il programma avviato da FlevoBerry Holding ha esteso il proprio catalogo prodotti con 12 varietà: Bravura*, Dahli*, Hademar*, Magnus*, Sonsation* (già provata anche in Italia negli areali di montagna) e recentemente Falco* le più interessanti. Il gruppo olandese Asparagus Beheer BV ha recentemente avviato un programma di breeding per la quale sono 4 le varietà recentemente depositate: Limadela*, Limvalnera*, Limlouisa*. Ricordiamo anche l’attività condotta dalla società olandese Abz Aardbein Ultzaad Holding BV con 10 varietà diffuse da poco: Estavana*, Rowena* e Soraya* le più interessanti. E in Inghilterra? Lo storico programma di breeding condotto da East Malling ha diffuso recentemente 4 nuove varietà: Malling Champion* e Malling Ace* tra le rifiorenti e Malling Vitality* e Malling Allure* tra le unifere. Il programma condotto da Edward Vinson negli ultimi anni ha prodotto alcune varietà interessanti: Sweet Eve2* e Eve Delight2* tra le rifiorenti. 

Anche in Italia lo sviluppo varietale è stato decisamente prolifico. Il Civ di Ferrara, che ha prodotto uno dei più importanti programmi in Europa, negli ultimi cinque anni ha brevettato 24 varietà:  Flavia*, Flaminia*, Elide® CIVS906* e Parthenope® CIVS115*) e 5 varietà unifere ad alto fabbisogno in freddo ed adatte ai climi continentali (Nandì*, Quicky® CIVN251*, Lofty® CIVN260*, Lycia® CIVNB557* e Annely® CIVN223*). Il programma è stato attivo anche sull'aspetto rifiorente e le varietà più interessante messe in commercio sono state Ania® CIVRH612*, Cantus® CIVRH621* e Xante® CIVRL333*Geoplant Vivai, che ha proseguito una parte del lavoro di New Fruits, ha da poco diffuso Talia G14527*, Auge G0928* e GT333*. Per la società Berry Lab di Cesena abbiamo 3 nuovi genotipi uniferi ad alto fabbisogno in freddo invernale: Sandra® BL34*, Arianna® BL39* e Federica® BL42*. Il programma condotto dal breeder privato Franco Zenti, nel veronese, ha diffuso Malga® SG134* e Scala SG0203*. Uno dei più recenti programmi avviati in Italia è quello di Aurorafruit Breeding, coordinato da Luca Mattivi, che ha messo in commercio AuroraKarima* (rifiorente) e AuroraMunira* (unifera). Il programma condotto dall’Università Politecnica delle Marche ha recentemente ampliato i propri obiettivi licenziando Dina*, varietà unifera a basso fabbisogno in freddo ed adatta al sud Italia, e le 3 varietà unifere adatte agli ambienti settentrionali Francesca*, Lauretta* e Silvia*. La Nova Siri Genetics ha ottenuto 9 nuove varietà: Rossetta® NSG120*, Marimbella® NSG203* e Gioelita® NSG207* le più nuove che stanno riscuotendo un notevole interesse non solo nel sud Italia, ma anche in Spagna. Il Crea di Forlì, che coordina numerose attività di breeding pubblico-privato ha recentemente licenziato tre nuove varietà unifere (in collaborazione con la cooperativa ApoScaligera di Verona) Crapo135* (nota anche col nome 'Aromatica' per via della spiccata aromaticita` del frutto), Agnese* e Callas*.

Autore: Lorenzo Cricca
© Plantgest - riproduzione riservata

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione...

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)