reportage

Zucchino, tante tipologie per un'unica eccellenza

La gamma varietale per lo zucchino è molto ampia, tra vecchie tipologie e nuove referenze. Tutto per differenziare il prodotto e rispondere alle richieste del mercato e dei produttori

Zucchino, tante tipologie per un'unica eccellenza - Plantgest news sulle varietà di piante

Zucchina, orticola molto apprezzata in Italia e di cui siamo leader europei per quantità prodotta

Fonte immagine: Syngenta

Lo zucchino (Cucurbita pepo L.) è tra gli ortaggi più apprezzati dagli italiani, da Predoi a Lampedusa e Otranto a Bardonecchia, per il suo sapore dolce e delicato, per la versatilità in cucina, per l’ampiezza delle tipologie e per il forte radicamento territoriale. Un'indagine di qualche anno fa inseriva la presenza della zucchina nel 90% delle cucine delle famiglie italiane. Oggi l’Italia è il primo produttore europeo ed il primo mercato di consumo in Europa con i suoi 9,1 kg/pro capite (nel bacino del Mediterraneo è secondo solo all'Egitto con 9,5 kg/pro capite) di zucchine. L'import e l'export sono limitati, in quanto la quasi totalità della produzione viene riversata nel mercato interno. Complessivamente il 10% della superficie coltivata a zucchino in Europa, Africa e Medio Oriente (in totale circa 170mila ettari) è in Italia. Siamo in oltre portatori di una differenziazione di prodotto unica: zucchino Nero di Milano, lungo Fiorentino, Romanesco, Striato di Napoli, Siciliano, Tondo di Nizza, Tondo Piacentino, Tondo di Firenze, Bianco Triestino, Trombetta di Albenga, Ortolano di Faenza, Verde Rigato Pugliese, Pâtisson, Giallo, Giallo rugoso friulano e Crookneck tanto per citarne alcune e tutte con caratteristiche estetiche ed organolettiche diverse. Una multitudine di colori e sapori che arricchiscono le tipicità culinarie italiane.

"Lo zucchino - spiega Giuseppe Circella, Product Development Specialist Cucurbitacee di Syngenta - è una pianta flessibile nella coltivazione ed un ortaggio dal consumo frequente e diversificato. Ad esempio, da un punto di vista agronomico, può rientrare nei piani produttivi anche senza una lunga programmazione: richiede efficiente organizzazione della manodopera, sopratutto per la raccolta, continuativa nel tempo ma richiede minori investimenti rispetto ad altre colture orticole ed una maggiore flessibilità di ciclo. Il consumo è ampio grazie al sapore delicato ed alla versatilità d'uso che si presta alla preparazione di molteplici piatti tradizionali. Per noi è un'importante referenza ed il nostro assortimento presenta una forte diversificazione nei principali segmenti, anche se lo zucchino verde medio-scuro rimane la tipologia più coltivata e tra le più importanti orticole per il pieno campo. In molte aree è cresciuta la coltivazione del prodotto chiaro con fiore o senza fiore mentre la crescita dei tondi e dello zucchino giallo sono pur sempre nicchie, pur quanto in leggero incremento".

 
Zucchino bianco o chiaro varietà Cordelia di Syngenta
Cresce l'interesse in Italia allo zucchino bianco o chiaro, sia con fiore che senza
(Fonte foto: © Syngenta)


Pur partendo da una certa diversificazione varietale e da tipicità locali dalle grandi tradizioni negli ultimi anni le aziende sementiere hanno investito molto per migliorare diversi aspetti dello zucchino, per ampliare ulteriormente la gamma del prodotto e per incrementarne la profittabilità. "La nostra attività di breeding - prosegue Circella -, che ci ha portato ad essere leader del settore, si focalizza da sempre sulle esigenze tecniche e merceologiche del mercato italiano nei più importanti segmenti di questa coltura, per offrire una gamma di varietà altamente performanti e ad elevato valore aggiunto. Ma quali sono gli aspetti su cui ci siamo concentrati? Insieme alla produttività (per rese e stabilità) ed alle resistenze e tolleranze verso le principali avversità, biotiche ed abiotiche, un altro aspetto importante è il portamento della pianta, che se eretto ed aperto permette una coltivazione più sana ed una significativa riduzione dei costi di produzione e raccolta. Anche la regolarità della forma, l’uniformità e brillantezza del colore, la tenuta del frutto in post-raccolta sono requisiti sempre più importanti in un mercato evoluto e specializzato come quello italiano". 

Lo zucchino può costituire così un’autentica risorsa per l’orticoltura italiana ed un'opportunità economica per l'agricoltore, che grazie all'alto valore aggiunto permette una certa differenziazione e la realizzazione di una certa marginalità. "La genetica è fondamentale per fare la differenza - conclude Circella -, sia in campagna che sul mercato. Così la scelta varietale consente di affrontare al meglio l'andamento stagionale e le varie problematiche che possono presentarsi. Assecondiamo le esigenze del mercato ma allo stesso tempo cerchiamo di anticiparle. In questo senso le nostre principali novità del 2021 rispondono ad importanti esigenze di mercato: con Kyrios* per anticipare l'inizio della stagione produttiva in Sicilia mentre con Paros* per posticipare il più possibile il ciclo produttivo in autunno nel pieno campo anche nel nord Italia. Kyrios* è uno zucchino verde scuro-medio a ciclo autunnale adatto alla coltivazione protetta precoce nel sud Italia ed in Sicilia in primis. Paros* è uno zucchino rustico, adatto al pieno campo e d a ciclo produttivo estivo-autunnale mentre Paros* è inceve uno zucchino verde scuro-medio scuro, rustico ed adatto al pieno campo ed a ciclo produttivo estivo-autunnale. Tra le varietà di recente sviluppo e molto interessanti per il mercato ci sono Cordelia*, zucchino bianco adatto al pieno campo ed alla coltivazione in ambiente protetto con ciclo primaverile ed estivo-autunnale, e Golden Glory*, zucchino giallo adatto al pieno campo ed al protetto ed a ciclo primaverile". Per maggiori informazioni su queste varietà e sul catologo Syngenta delle zucchine potete visitare syngenta.it/zucchino. Mentre qui puoi scaricare il catalogo prodotti Syngenta 2021 per lo zucchino

 
Zucchino giallo, una nuova tipologia in crescita ma che rimane comunque una nicchia
Anche lo zucchino giallo sta riscuotendo interesse, pur rimanendo comunque ancora una nicchia
(Fonte foto: © Syngenta)


Negli areali produttivi del nord Italia lo zucchino si presenta con diverse caratteristiche merceologiche e con due tecniche di coltivazione principale: in coltura protetta (tunnel freddo) ed in pieno campo. Nel caso della coltura protetta i trapianti iniziano in febbraio/marzo per ottenere produzioni primaverili e trapianti dopo la metà di agosto (in tunnel) per ottenere produzioni autunnali. Nel caso del pieno campo i trapianti si hanno ad aprile (assistiti spesso da una semi forzatura per cautelarsi dai ritorni di freddo) per produzioni estive. "La nostra azienda agricola produce oltre 5mila quintali di zucchine all'anno - spiega Giuseppe Grande, dell'az. agr. f.lli Grande di Vigone (TO) -, quasi tutte in pieno campo. Abbiamo scelto di produrre principalmente zucchino bianco con fiore, in quanto è la tipologia più consumata in buona parte del nord-ovest dell'Italia e nella provincia di Torino in particolare. L'interesse per questo zucchino chiaro sta crescendo, sia sul mercato italiano che sui mercati internazionali, iniziando a farsi largo da un punto di vista produttivo un po' in tutti gli areali dello Stivale.
Questa referenza rappresenta più della metà della nostra produzione. Rimane anche una buona parte di produzione di zucchino verde medio-scuro. Le ultime 3-4 annate sono state impegnative dal punto di vista produttivo anche se dal punto di vista del mercato ci siamo tolti qualche soddisfazione. Il 90% delle zucchine raccolte vengono da noi direttamente vendute alla Gdo, e questo ci permette di poter valorizzare al meglio il prodotto e di marginalizzare in modo adeguato. Negli ultimi due anni ci stiamo guardando intorno per individuare nuove ed interessanti tipologie di prodotto capaci di aprirci a nuove opportunità. In modo particolare abbiamo iniziato a produrre piccole quantità di zucchino tondo e giallo".

Autore: Lorenzo Cricca
© Plantgest - riproduzione riservata

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione...

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2021)