Kiwi, avocado e pero nel futuro della frutticoltura calabrese

La terza regione produttrice di kiwi in Italia guarda al futuro introducendo nuove specie. All'interno dell'articolo le relazioni del convegno scaricabili

Kiwi, avocado e pero nel futuro della frutticoltura calabrese - Plantgest news sulle varietà di piante

Alcune varietà di avocado, kiwi e pere presentate al convegno

Fonte immagine: Ivano Valmori - AgroNotizie

Già nel 2022 la Calabria ha raggiunto, per superfici investite, il terzo posto nella coltivazione del kiwi dopo Lazio ed Emilia Romagna, superando Piemonte e Veneto.

 

Mappa della consistenza degli impianti di kiwi in Italia 2022

 

(Fonte: relazione Arsac)

 

In costante crescita anche le superfici investite in kiwi di polpa gialla e rossa mentre una particolare attenzione viene riservata alla coltivazione di nuove specie di origine tropicale come l'avocado che, visto l'interesse raccolto dai produttori e dalla filiera, oggi vanta anche una Associazione, la Calabria Avocado.
Questi gli argomenti alla base dell'incontro tecnico che si è svolto recentemente a Candidoni, nel cuore della Piana di Gioia Tauro e che ha visto la presenza come relatori di Francesco Maccarone (Calabria Avocado), Rosario De Leo (Arsac) e Ilenio Bastoni (Greenyard).

 

Avocado al decollo

In Calabria già da alcuni anni si stanno mettendo a dimora i primi impianti di avocado ed i risultati sinora ottenuti sono decisamente incoraggianti. Si tratta di un frutto il cui mercato è in costante crescita, valorizzato molto per le sue proprietà nutrizionistiche e che presenta un ampio periodo di commercializzazione.


Secondo Francesco Maccarone i primi risultati sono molto positivi in quanto la pianta si sta ben adattando ad alcuni areali produttivi della Calabria e ha due vantaggi importanti per i coltivatori: ha un costo di impianto molto più limitato rispetto ad altre piante (con sesti di impianto di 6 x 6 metri l'investimento in piante si limita a 278 piante ad ettaro) e non richiede particolari investimenti in manodopera per i limitati interventi agronomici, specialmente dopo aver superato i primi tre anni dall'impianto.


Nei primi anni è invece molto sensibile ai colpi di sole per cui è necessario che il giovane tronco e le branche vengano costantemente protette con verniciatura bianca a base di caolino.


Inoltre è molto sensibile al freddo (specialmente le brinate) per cui necessita di impianto antibrina, fondamentale per salvare le piante e la produzione in caso di brinate primaverili (la fioritura inizia a metà gennaio e la pianta è sempreverde).
I frutti sono delicati e sensibili ai danni da vento per cui la scelta della zona di coltivazione deve essere particolarmente curata.


Per Francesco Maccarone il ruolo di Calabria Avocado dovrà essere quello, oltre a favorire innovazione e cooperazione, di aiutare la valorizzazione e la promozione del prodotto coltivato in Italia.

 

Scarica la presentazione di Francesco Maccarone - Calabria Avocado

 

Varietà di avocado al convegno Nuovi scenari e opportunità per la frutticoltura in calabria

Varietà di avocado

(Fonte foto: Ivano Valmori - AgroNotizie)

 

Evoluzione del kiwi in Calabria

Rosario De Leo ha presentato un lavoro sull'evoluzione della coltivazione del kiwi in Calabria: la sua introduzione e sviluppo lo si deve a Rodolfo Inderst che ha condotto le prime prove sperimentali nel 1971, ha realizzato il primo impianto di 1,5 ettari a Rosarno nel 1975, nel 1985 crea l'Associazione Calabria Tropical Fruit e nel 1986 organizza il primo Convegno nazionale sulla coltivazione di frutta tropicale.
Oggi la Calabria vanta circa 3.500 ettari di coltivazione di kiwi di cui il 66% a polpa verde, il 32% a polpa gialla ed un 3% a polpa rossa.

 

Grafico ripartizione degli impianti di actinidia per tipologia

(Fonte: relazione Arsac)

 

Negli ultimi anni la messa a dimora di nuovi impianti ha visto il progressivo aumento dei kiwi a polpa gialla e cui, dal 2017, si sono affiancati i primi impianti di kiwi a polpa rossa.

 

Calabria: superficie investitita in nuovi impianti di actinidia per tipologia, in ettari

(Fonte: relazione Arsac)

 

Dal 2020 ad oggi sono stati messi a dimora oltre 360 nuovi ettari di impianti di kiwi a polpa gialla, 145 ettari a polpa verde e circa 40 ettari di kiwi a polpa rossa.
De Leo ha evidenziato come, negli ultimi anni, si sia consolidato il rapporto per la sperimentazione in campo tra pubblico e privato, sia nella a messa a punto di tecniche di coltivazione, sia nella creazione di protocolli agronomici adatti alle condizioni calabresi. De Leo auspica che anche nella sperimentazione per la messa a punto delle tecniche colturali di specie emergenti (avocado in primis), questa collaborazione si possa ulteriormente consolidare per non lasciare gli agricoltori in balia di promesse di facili guadagni.

 

Scarica la presentazione di Rosario De Leo - Arsac

 

Nuove specie e nuove varietà

Ilario Bastoni di Greenyard ha posto un accenno particolare sulle nuove varietà di kiwi giallo ed una nuova varietà di pere interessanti per l'areale calabro di coltivazione.
Relativamente al kiwi giallo sono state presentate le nuove varietà HFY01 e HFY03 con caratteristiche organolettiche, di mercato e coltivazione riportate nelle schede allegate.
L'obiettivo è quello di raggiungere 700 ettari investiti entro il 2030 con circa il 30% in coltivazione bio.

 

Scheda kiwi giallo hfy01

(Fonte: relazione Greenyard)

 

Scheda kiwi giallo hfy03

(Fonte: relazione Greenyard)

 

La pera proposta per l'areale di coltivazione è la nuova varietà Eden Gold le cui caratteristiche sono riportate nella scheda che segue e il distributore ne intende sviluppare 500 ettari entro il 2030, di cui il 50% in coltivazione biologica.

 

Scarica la presentazione di Ilenio Bastoni - Greenyard

 

Scheda pera Eden

(Fonte: relazione Greenyard)
 

Le relazioni presentate sono a disposizione dei lettori di AgroNotizie®.

 

AgroNotizie® è un marchio registrato da Image Line Srl Unipersonale

Autore: Ivano Valmori

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione...

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2023)