Avocado Persea americana

Avocado - Plantgest.com
Descrizione della pianta
L'avocado o Persea americana Mill. è una pianta frutticola appartenente alla famiglia delle Lauraceae. Originaria dell'America centrale (Guatemala e Antille), oggi è diffusa anche negli Stati Uniti (California e Florida). In Italia la coltivazione occupa solo pochi ettari, nonostante le aree meriodionali siano idonee.

L'avocado è ricco di vitamine, sali minerali, fibre, grassi buoni (omega 3 e omega 6) e antiossidanti.

Ultime varietà in commercio

Cerca le varietà di avocado
 oppure  Vai alla ricerca avanzata
Frutto dell'America centrale, le cui origini risalgono al 5000 a.C. circa. L’avocado era uno degli alimenti base dei popoli precolombiani.

Il suo nome deriverebbe dall'azteco 'ìahuacatl' (testicolo), vista la sua forma caratteristica del frutto. Gli aztechi lo consideravano un forte stimolante sessuale, e nel periodo della sua raccolta facevano chiudere in casa tutte le ragazze vergini per tenerle al riparo da ogni tentazione.

Veniva chiamato anche 'pera alligatore'. In alcuni testi del periodo dei conquistadores spagnoli in sud America l'avocado venne descritto come un frutto abbondante, dalla polpa simile al burro e caratterizzato da un ottimo sapore. Sembra comunque che furono soprattutto le sue virtù afrodisiache a spingere gli europei ad importarlo. Si racconta che re Luigi XV di Francia ne fosse un grande estimatore.

E' pianta da frutto sempreverde con apparato radicale molto espanso e chioma che può raggiungere talvolta altezze di 15 metri. Le foglie di forma ovale possono essere sia perenni che decidue. I fiori sono ermafroditi, posizionati nella parte apicale dei germogli.

I frutti sono drupe di forma variabile, di colore verde o violaceo, con un solo seme poliembrionico che può assumere differenti colorazioni variando dal verde al nero. Polpa burrosa, ricca in grassi e con epidermide esterno di colore verde tendente al giallo.

L'avocado è una pianta con ampie possibilità di adattamento: sia ai climi tropicali e subtropicali che ai climi temperati. La fioritura avviene in presenza di temperature abbastanza alte (13°C di notte e 24°C di giorno). Inoltre si deve verificare la presenza di tassi d'umidità non inferiori del 50%. Il vento è un fattore da non trascurare: in zone particolarmente esposte vanno realizzate adeguate protezioni.

Il terreno ideale per la coltivazione dell'avocado è quello di medio impasto, fertile, sciolto e ben drenato, per evitare ristagni idrici, con un pH non superiore a 8. Da evitare i terreni argillosi che favoriscono ristagni d'acqua.
La concimazione è una fase molto importante. E' sicuramente necessario prima di effettuare qualsiasi intervento eseguire una corretta analisi chimico-fisica del terreno per identificare la giusta quantità. E' sempre buona cosa prima della messa a dimora delle piante apportare una certa quantità di concime organico a lenta cessione. Tra gli elementi più importanti l'azoto, da somministrare in forma di cessione modulata che accompagni lo sviluppo vegetativo. Il suo fabbisogno in base alla letteratura è di 100-120 kg per ettaro.

L'irrigazione deve essere equilibrata, prestando la massima attenzione a non provocare stress o ristagni idrici. Per eseguirla in modo corretto bisogna tener conto del tipo di terreno, della piovosità della zona e della varietà scelta. Trattandosi di una pianta tropicale dovrà essere eseguita in modo abbondante durante la crescita e la fioritura, successivamente solo quando strettamente necessario.

Nel giro di 2 o 3 anni l'albero di avocado darà i primi frutti. La raccolta è scalare, in quanto non tutti i frutti maturano contemporaneamente. Ogni varietà ha naturalmente una sua epoca di maturazione: Anaheim da ottobre a novembre, Fuerte da dicembre a febbraio oppure Orotava da marzo ad aprile. Viene quindi consigliata una raccolta scalare da non protrarsi oltre il mese di aprile per non danneggiare la produzione dell'anno seguente.
L'avocado è un frutto molto apprezzato dai consumatori per le sue proprietà benefiche. Presenta un profilo nutrizionale davvero unico: 100 grammi di avocado sviluppano circa 160 calorie. E' ricco di fibre, grassi buoni, vitamine del gruppo B, vitamina K, potassio, vitamina E e vitamina C

Il suo consumo è associato a diversi effetti benefici come la riduzione del rischio cardiovascolare e l’aumento del senso di sazietà con conseguente perdita di peso.

 
Valori nutrizionali per 100g di avocado
Acqua 73.00 g
kcal 160
Proteine 2.00 g
Grassi 14.70 g
di cui saturi 2.13 g
Carboidrati 8.50 g
di cui zuccheri 0.70 g
Fibre 6.70 g

Ultime news


Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)