Barbabietola rossa Beta vulgaris var. cruenta

Barbabietola rossa - Plantgest.com
Descrizione della pianta
La barbabietola rossa o Beta vulgaris var. rapa forma rubra è un ortaggio appartenente alla Famiglia delle Chenopodiaceae o Amarantaceae. E' un ortaggio da radice originario dell'Africa del nord. Simile alla barbabietola da zucchero la barbabietola da orto è più adatta al consumo diretto, sia per quanto riguarda le foglie che per quanto riguarda la radice. La barbabietola rossa deve il suo colore molto acceso ad un colorante naturale chiamato E 162, utilizzato oggi anche nell’industria alimentare.
 

Ultime varietà in commercio

Cerca le varietà di barbabietola rossa
 oppure  Vai alla ricerca avanzata
La barbabietola rossa o Beta vulgaris var. rapa forma rubra è una coltura erbacea biennale: le radici s'ingrossano nel primo anno e qui, per usi commerciali, vengono raccolte ma se venissero lasciate crescere nel secondo anno andrebbero a fioritura producendo seme. Da un punto di vista di consumo le parti più commestibili sono sia le radici, che s'ingrossano durante l'anno di coltivazione, e le foglie. Quest'ultime sono allungate, di colore verde brillante, disposte a rosetta, provviste di picciolo e con nervature di color rosso intenso. Le radici sono invece carnose e globose, solitamente tondeggianti. La polpa è dolce, con un colore rosso sanguigno molto caratteristico. Quando è ingrossata, la radice può anche raggiungere un diametro di 12 cm.
La bietola rossa è abbastanza rustica, per cui non ha grandi necessità dal punto di vista climatico e del terreno. Presenta comunque un clima preferito, quello temperato fresco. Ha una buona resistenza al freddo, anche se in presenza di temperature troppo rigide può subire un arresto della crescita fino ad arrivare alla morte della piante. Predilige terreni sciolti, ben lavorati in profondità e con un buon apporto di sostanza organica. Tra tutti gli elementi il potassio ha una certa importanza, per cui è importante effettuare concimazioni con questo elemento.
La semina della barbabietola rossa si effettua da febbraio fino a luglio, in base all'andamento climatico ed alla scelta varietale. Quest'ultimo aspetto da la possibilità di avere una raccolta scalare nel tempo. In primavera si seminano le varietà precoci per avere una raccolta estiva mentre in estate si seminano le varietà tardive per per avere una raccolta ed un consumo in autunno ed inverno. 
La semina può essere effettuata attraverso diverse modalità, a seconda delle esigenze: a spaglio con seminatrici a spaglio, a righe con seminatrici a righe classiche ed a righe con seminatrici di precisione. Nella barbabietola rossa è importante effettuare una corretta sarchiatura, eliminare meccanicamente le erbe infestanti. Questa operazione si può limitare applicando uno strato di pacciamatura naturale, cosa che, inoltre, aiuta a mantenere il terreno più umido. L’irrigazione è una pratica necessaria, soprattutto nel periodo estivo.
La raccolta si effettua scalarmente durante la stagione estivo-autunnale, scalzando dal terreno le singole piante. Per raggiungere la giusta maturazione le piante ci impiegano circa 2-4 mesi, in base alla varietà ed al periodo di semina. Raggiunta questa maturità vanno tolto il prima possibile dal terreno per evitare che diventani dure e legnose. In linea generale le barbabietole rosse si raccolgono tra agosto e febbraio.
 
La barbabietola rossa è ricca di acqua: quasi 90 grammi ogni 100 grammi di prodotto. E' ricca di fibre, acido folico (vitamina B9), potassio e vitamina C. Questo ortaggio inoltre è povero di calorie: solo 43 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Presenta un indice glicemico medio (circa 61) ma un carico glicemico molto basso, pari a 5. Questo significa che attraverso il suo consumo non vengono alterati in modo importante i livelli glicemici.

 
Valori nutrizionali per 100 g di prodotto fresco:
Acqua 91.30 g
Carboidrati 4.00 g
Zuccheri 4.00 g
Proteine 1.10 g
Fibra totale 2.60 g
Sodio 84.00 mg
Potassio 300.00 mg
Ferro 0.40 mg
Calcio 20.00 mg
Fosforo 21.00 mg
Vitamina B1 0.03 mg
Vitamina B2 0.02 mg
Vitamina B3 0.20 mg
Vitamina C 7.00 mg

News correlate


Ultima discussione sul forum

Attacchi di Cleono su Barbabietola rossa

Ho un problema non indifferente: nella zona di Castellazzo Bormida (AL) si produce la barbabietola rossa ma purtroppo da qualche anno abbiamo problemi di attacchi di CLEONO che ci provoca danni non indifferenti sul raccolto, anche del 70%, e non è poco... Come si può intervenire con fitofarmaci efficienti in materia ??? Grazie

Rispondi
Altre discussioni recenti
Mal giallo leggero della barbabietola e bieta 0 risposte

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)