Cavolo rapa Brassica oleracea var. gongylodes L.

Cavolo rapa - Plantgest.com
Descrizione della pianta
Il cavolo rapa o Brassica oleracea L. var. gongylodes L. appartiene alla famiglia delle Brassicaceae o Cruciferae. Rientra nel gruppo dei cavoli, assieme ad altre piante come ad esempio il cavolfiore ed il cavolo broccolo. La parte edule è rappresentata dal fusto carnoso (in parte interrato e in parte all'aria aperta) dal sapore che ricorda quello della rapa. E' ricco di vitamina C e di glicosinolati. E' povero di calorie (100 grammi di prodotto apportano solo 27 calorie).

Ultime varietà in commercio

Cerca le varietà di cavolo rapa
 oppure  Vai alla ricerca avanzata
Originario dell’Asia sud-occidentale, il cavolo rapa fu introdotto ed utilizzato come alimento in Occidente dai greci e dai romani. In Italia è soprattutto diffuso nel sud Italia, ma viene coltivato anche al nord Italia dove però il clima rigido ne costringe la coltivazione nei mesi estivi. Al momento non ha una grande diffusione in termini di consumi verso il mercato interno mentre è più interessante la produzione hai fini dell'export verso i Paesi del nord europa. Appartiene alla famiglia delle Crucifere e le varietà più comuni sono il Bianco di Vienna a raccolto estivo, e il Violetto di Vienna a raccolto invernale. A parte l'aspetto esterno non c'è grande differenza dal punto di vista gustativo.
Il cavolo rapa o Brassica oleracea L. var. gongylodes L. appartiene alla famiglia delle Brassicaceae o Cruciferae ed è originario, come la maggior parte dei cavoli di cui fa parte, del bacino del Mediterraneo. Presenta foglie pennatosette o pennatopartite, lobate in basso, di colore verde pallido e fiori cruciformi gialli. Il fusto si presenta ingrossato, a tal punto da prendere la forma di una palla carnosa (a somiglianza di una grossa rapa, che ne costituisce la parte commestibile), per metà affossato nel terreno e per metà all'aria aperta. I piccioli e il fusto ingrossato possono avere un colore bianco, verdognolo o violaceo a seconda della tipologia. La polpa di questo ortaggio ha un sapore che ricorda quello della rapa e viene consumato sia crudo sia cotto. Se lasciata sviluppare la pianta cresce fino a 1,5 metri di altezza, formando abbondanti ramificazioni con rametti fioriferi.
Il cavolo rapa è una cultivar molto rustica, che non presenta esigenze climatiche particolari per essere coltivata. Senza dimenticare che le varietà più tardive hanno una notevole resistenza al gelo ed alle basse temperature. Il terreno ideale è quello sabbioso, con una buona dotazione di sostanza organica. Soffre terreni con ristagni idrici.
Questa crucifera può essere seminata direttamente oppure trapiantata dopo aver acquistato le piantine precedente seminate in vivaio. Bisogna ricordare che passano circa 40-50 giorni dal momento della semina al trapianto. Rispetto alle altre crucifere ha meno esigenze in termini di spazio e per questo motivo le piantine possono essere messe a dimora ad una distanza di 20 cm tra una pianta e l’altra lungo la fila e di 40 com tra le file. Le piantine messe a terra in primavera (seminate da febbraio ad aprile) vengono raccolte in estate. Mentre quelle piantate in autunno (seminate da settembre a ottobre) vengono raccolte in inverno. 
La raccolta avviene togliendo dal terreno l'intera pianta quando il fusto ha raggiunto la dimensione di circa 6-7 cm di diametro. E' importante non lasciare troppo tempo il cavolo rapa nel terreno per non pregiudicare il sapore e la consistenza dell'ortaggio.
Il cavolo rapa è ricco di vitamina C e di glicosinolati. E' povero di calorie (100 grammi di prodotto apportano solo 27 calorie). La vitamina C, inoltre, aiuta il corpo a produrre carnitina, una sostanza che incoraggia il nostro organismo a trasformare i depositi adiposi (grasso) in energia.

Ultime news su Cavolo rapa


Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®