Cece Cicer arietinum L.

Cece - Plantgest.com
Descrizione della pianta
Il cece o Cicer arietinum è una pianta estensiva ed orticola a ciclo annuale appartenente alla famiglia delle Leguminosae. E' la terza leguminosa da granella per importanza mondiale, dopo il fagiolo ed il pisello. Il cece è una pianta rustica che si adatta bene al clima caldo-arido, che permette una buona resistenza alla siccità. I suoi semi, preventivamente essiccati, sono un ottimo alimento per l’uomo: molto calorici (circa 316 kcal), ricchi di proteine (15-25%), con elevate vitamine e sali minerali. 
Cerca le varietà di cece
 oppure  Vai alla ricerca avanzata
Il cece o Cicer arietinum è una pianta annuale con apparato radicale piuttosto profondo (fino a 2 m), costituito da una radice principale a prevalente sviluppo verticale e da ramificazioni laterali più o meno abbondanti. Questo sviluppo in profondità delle radici rende la pianta molto tollerante alla siccità. Dal colletto della radice si sviluppano poi gli steli ramificati, ed eretti (o semiprostrati), che formano la parte epigea della pianta. Le foglie sono composte, imparipennate, con 5-7 paia di foglioline di forma ovata o ellittica. I fiori, tipicamente papilionacei (25-40 mm di lunghezza), sono posti all'ascella delle ramificazioni e normalmente sono solitari: la corolla è generalmente bianca, anche se possono comparire fiori bianchi con screziature rosate, rosse, azzurre e verdi. Il frutto è un legume (20-30 mm di lunghezza), di forma ovato-oblunga, densamente pubescente, contenente da uno a due semi di forma globulare, con superficie liscia o rugosa e con colorazione diversa (biancastra, crema, verde, rossa, bruna, nera).
Il cece è una pianta molto rustica che si adatta bene ai climi caldo-aridi. Questa sua caratteristica è data principalmente dalla capacità delle radici di esplorare al meglio il terreno, sia in verticale che in orizzontale. Non ha problemi neanche a temperature basse (ad esempio intorno ai 5-0 gradi). Se però resiste bene alla siccità non tollera altrettanto bene l’umidità eccessiva del terreno. I terreni più adatti sono quelli di medio impasto o leggeri, purché profondi. Ha un basso livello di tolleranza alla salinità del terreno. 
Il cece è una tipica pianta da rinnovo, coltivata sopratutto in precessione ai cereali. Il suo inserimento negli avvicendamenti colturali può portare ad una più razionale utilizzazione dei terreni, soprattutto in quelle aree collinari interne e marginali con ridotte alternative di produzione. Senza contare il ruolo che questa pianta svolge nel miglioramento della fertilità del terreno.
Normalmente la semina viene effettuata tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera (marzo in primis, in base alle condizioni meteo), questo soprattutto per limitare eventuali problemi legati ai ritorni di freddo ed al rischio d'infezioni di Ascochyta rabiei. Però in ambienti caratterizzati da temperature elevate e scarse piogge nel periodo primaverile-estivo è possibile anticipare la semina all’autunno. Con la semina autunnale si ottengono piante più sviluppate, con inserzione più alta del primo baccello basale che è un requisito importante per la raccolta meccanica. Il seme va posto ad una profondità di 4-6 cm con distanza fra le file che può essere compresa tra 40 e 50 cm.
La raccolta del cece a livello tradizionale avviene in modo manuale estirpando la pianta e lasciandola poi essiccare in campo in tipici 'mannelli'. La successiva sgranatura può poi essere fatta a mano o con sgranatrice o con mietitrebbiatrice munita di 'pick-up' al posto dell’organo di taglio. Oggi però esistono mietitrebbie alle quali vengono aggiunte apposite testate che possono effettare la raccolta meccanica. Attenzione la paglia di cece non è apprezzata come foraggio, per alimentazione animale, così come lo è quella di altre leguminose. I ceci riposti poi in magazzino vanno sottoposti a trattamenti per evitare i danni dal tonchio.
I ceci sono legumi molto calorici (i valori nutrizionali vengono calcolati sul cece essiccato): circa 316 kcal. Sono però molto ricchi di vitamina C, E, B1, B2, B3, proteine vegetali, fibre, magnesio, calcio, ferro e fosforo.

 
Valore nutrizionale  per 100g di prodotto:
Calorie 364 kcal
Grassi 6.04 g
Carboidrati 60.65 g
Proteine 193.00 g
Acqua 11.53 g
Ceneri 2.48 g
Fibre 17.40 g
Zuccheri 10.70 g
Vitamina A 3.00 mcg
Tiamina 0.477 mg
Acido 1.588 mg
Niacina 1.541 mg

News correlate

2019
20
Peperone, coltivazione sempre più al top
Peperone, coltivazione sempre più al top - Plantgest news sulle varietà di piante

Questa pianta orticola è sempre più presente sulla tavola degli italiani. La sua coltivazione si sta specializzando sempre di più. Per capire il cambiamento del peperone abbiamo intervistato Giorgio Prosdocimi Gianquinto dell'Unibo e Vincenzo Mondello dell'Enza Zaden

Leggi tutto


Ultima discussione sul forum

prodotti a base di rame autorizzati sul cece

Salve, non esiste nessun prodotto a base di rame autorizzato in etichetta per il cece. In effetti non esiste il cece neppure nella lista delle colture per gli LMR [url=http://ec.europa.eu/food/plant/pesticides/eu-pesticides-database/public/?event=product.selection&language=IT]http://ec.europa.eu/food/plant/pesticides/eu-pesticides-database/public/?event=product.selection&language=IT[/url]. Però il cece sarebbe da inserire in questo codice 0300990 ovvero Legumi da granella -> Altri Mentre mi pare che tutti i prodotti che inforame classifica come impiegabili nel cece l'etichetta riporta solo la dicitura "legumi" spesso inserita nell'elenco di legumi freschi, il che mi fa pensare a rigor di logica che non sia propriamente la categoria dei ceci. Spero che indicando a un agricoltore (biologico) di trattare i ceci contro la rabbia con un prodotto a base di rame non saltino fuori eventuali problemi autorizzativi. Grazie dell'ascolto

Rispondi
Altre discussioni recenti
diserbo cece 2 risposte
Diserbo Post Emergenza Cece 0 risposte

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2019)