reportage

Fragola, le varietà più coltivate

La coltivazione della fragola in Italia è formata da diverse varietà, diversificate tecniche di coltivazione e periodi di raccolta spalmati su tutti i 12 mesi dell'anno. Intervista a Gianluca Baruzzi del Crea Ofa di Forlì

Fragola, le varietà più coltivate - Plantgest news sulle varietà di piante

Tra le diverse fragole del sud Italia una delle più richieste è Candonga® Sabrosa*

Fonte immagine: © Agronotizie

La fragola è un'importante referenza frutticola del made in Italy, che si caratterizza da una produzione distribuita su tutto il territorio italiano (dalle Alpi alla Sicilia) ma caratterizzata da differenti varietà, diverse tecnico-produttive, diversificati calendari di raccolta e commercializzazione. Questo permette di avere fragola italiane per quasi tutto l'anno e adatte a diverse situazioni di mercato.

"Dopo un avvio di campagna difficile - spiega Gianluca Baruzzi, ricercatore del Crea-Ofa di Forlì -, con un marzo decisamente nero, la situazione è progressivamente migliorata. Oggi questo cambio di passo si palesa con un buon generale andamento produttivo e commerciale e con prezzi di vendita in Italia e all’estero (in primis) decisamente elevati. Dobbiamo anche ricordare che il clima quest'anno è stato perfetto, ed a permesso all'Italia di tenere meglio rispetto ad altri Paesi".

In Italia nel 2018, in base ai dati Faostat, sono state prodotte 119.223 tonnellate di fragola (tra pieno campo e coltura protetta) su una superficie di circa 4.717 ettari. Complessivamente al mondo sono state prodotte 8.337.099 tonnellate su una supeficie di 372.361 ettari. Il Bel Paese si posiziona al 14esimo posto tra i produttori di tutto il mondo e quinta a livello europeo: il leader è la Cina con 92.955.453 tonnellate su una superficie di 110.626 ettari. Seguono poi gli Usa con 1.296.272 tonnellate (su 19.919 ettari) e Messico con 653.639 tonnellate (su 13.652 ettari). Il trend della fragolicoltura italiana specializzata è negativo: dal 2008 al 2018 il calo di superfici coltivate a fragola è stato del 16%, con un ulteriore decremento negli ultimi due anni.

 
Una delle novità di Geoplant Vivai è Talia, fragola unifera tardiva per climi continentali
Talia*, fragola unifera tardiva adatta per climi continentali
(Fonte foto: Geoplant vivai)

In Italia c'è una situazione varietale decisamente diversificata tra i vari ambienti produttivi. Per fare una panoramica delle diverse realtà produttive di fragole in Italia, e della scelta varietale, abbiamo intervistato Gianluca Baruzzi, ricercatore del Crea Ofa-Centro di ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura sede di Forlì.
"In Sicilia - spiega Gianluca Baruzzi del Crea Ofa - la tecnica di coltivazione è il tunnel con piante 'cime radicate' messe a dimora tra la fine d'agosto ed i primi di settembre. La varietà principalmente coltivata è Florida Fortuna. Seguono poi con largo distacco da Melissa*, Coral®* Rociera e Nabila*. In Calabria la maggior parte della produzione avviene in ambiente protetto, con piante fresche a radice nuda. Qui le principali varietà coltivate sono Sabrina*, Marisol*, Camarosa. La Basilicata è la regione italiana con la maggiore superficie coltivata. Qui prevale l'uso di fragola con pianta fresca a radice nuda messe a dimora nella prima decade di ottobre. La principale varietà coltivata è Sabrosa* Candonga®. Possono essere presenti piccole presenze d'impianti con altre varietà: Melissa*, Marisol* e Florida Fortuna.
In Campania la coltivazione avviene quasi totalmente in coltura protetta con l'uso di piante fresche a radice nuda. Le principali varietà sono Sabrina* e Melissa*, seguite da Marisol* e Florida Fortuna*®"
.

 
Florida Fortuna, varietà precoce di fragola molto coltivata al Sud Italia e Sicilia in primis
Florida Fortuna®*, varietà di fragola precoce molto coltivata in Sicilia e in sud Italia in genere
(Fonte foto: © )


"In Emilia Romagna - prosegue Baruzzi - oggi si preferisce la coltivazione in coltura protetta (che ha sostituito quella storica del pieno campo). Le principali varietà coltivate sono Sibilla*, Clery*, Joly*, Brilla*, Roxana NF205*, Alba NF311* e Aprica*. Le piante di fragola usate sono le frigoconservate messe a dimora a fine luglio e le cime radicate messe a dimora a metà agosto.
In Veneto è possibile avere una prima produzione autunnale ed una seconda produzione primaverile, grazie all'uso di piante frigoconservate dalle elevate dimensioni (A+) messe a dimora nella seconda metà di agosto. Tra le varietà unifere quelle più coltivate sono Aprica*, Garda*, Antea, Sibilla*. Si stanno diffondendo anche le varietà rifiorenti (Malga® SG134* e Murano* in particolare) che permettono di estendere la raccolta al periodo estivo"

 
CivS115* Parthenope®, fragola unifera del CIV e distribuita da Salvi Vivai e Vivai Mazzoni
CivS115* Parthenope®, varietà di fragola unifera del Civ-Consorzio italiano vivaisti
(Fonte foto: © Salvi Vivai)

"In Piemonte - conclude Baruzzi - tra le cultivar unifere usate abbiamo Asia NF421*, Alba NF311*, Brilla* e Clery*, che di fatto ritardano di circa 2 settimane l’epoca di maturazione della Valle Padana. C'è la possibilità di usare anche varietà rifiorenti: Murano*, Albion e San Andreas* le principali.
In Trentino la tecnica principale è quella del 'fuori suolo'. Tra le varietà unifere è Elsanta®* ha farla da padrone. Le piante messe a dimora sono quelle del tipo frigoconservato 'ingrossate' (tipologia 'Tray Plant' o 'Waiting Bad') che vengono opportunamente preparate al fine di 'programmare' la produzione. Tra le varietà rifiorenti citiamo Murano* e Portola*, che consentono un flusso produttivo per tutta l'estate.
In Alto Adige la principale varietà unifera è Elsanta. L'impianto, in genere di durata triennale, viene eseguito con piante frigoconservate di elevate dimensioni (A+ o WB). Si stanno affermando anche impianti con con varietà rifiorenti, soprattutto in coltura fuori suolo: capofila varietale Murano*"
.


Per confrontare l'evoluzione dello standard varietale con la stagione 2018 puoi leggere l'approfondimento su Plantgest del 26 gennaio 2018 dal titolo 'Fragola, si punta sulla qualità. Quali varietà scegliere?'.

Autore: Lorenzo Cricca
© Plantgest - riproduzione riservata

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione...

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)