come fare per...

Pisello, leguminosa al top

Il pisello è una delle principali orticole, con un trend in crescita per produzione e consumi. Ecco cosa serve per coltivare i piselli

Pisello, leguminosa al top - Plantgest news sulle varietà di piante

Le luguminose sono piante azotofissatrici e miglioratrici del terreno

Fonte immagine: © volff - Fotolia

Negli ultimi anni le proteine vegetali sono diventate sempre più protagoniste delle tavole degli italiani, e dei consumatori di diversi Paesi. Un andamento reso possibile dalla crisi economica e da scelte alimentari sempre più salutistiche ed etiche. Non dimentichiamo inoltre che le leguminose, di cui il pisello fa parte, sono oggi sempre di più al centro della politica agraria comunitaria e nazionale. La Pac 2014-2020 ne è uno dei tanti esempi, visto che promuove l'uso delle leguminose per soddisfare il rispetto del greening (pratiche agricole benefiche per il clima, l'ambiente ed il suolo) da parte degli agricoltori al fine di poter accedere ai finanziamenti europei.

La coltivazione del pisello è ottima per per portare avanti la protezione dell'ambiente e del suolo, in quanto è una pianta azotofissatrice che permette di ridurre l'uso dei fertilizzanti, ridurre la produzione di gas serra e preservare il suolo. Nel 2018 la produzione mondiale di pisello, in base ai dati Faostat, è stata di 21.225.579 tonnellate (tra piselli freschi e secchi) su una superficie di 10.621.918 ettari: un incremento del 41% per produzione e del 31% per superfici rispetto al 2008. L'Italia è il 14esimo produttore al mondo per il pisello fresco ed il terzo in Europa.

 
Il pisello, leguminosa e azotofissatrice
Per questo 2020 la produzione di piselli non sarà all'altezza degli anni precedenti
(Fonte foto: © Byqtree - Pixabay)

“La previsione di raccolta dei piselli - spiega Daniele Piva, direttore produzioni agricole di Conserve Italia, in un comunicato stampa - è di oltre 15mila tonnellate di prodotto in granella. Tuttavia, le aspettative della resa non sono eccezionali, a causa della scarsità di precipitazioni nel periodo primaverile che non ha favorito lo sviluppo vegetativo. L’anno scorso ci fu il problema opposto, con un eccesso di piogge ed un maggio molto freddo che causarono problemi allo sviluppo della coltura”.

Ma cosa serve per coltivare i piselli? Questa leguminosa è una pianta microterma, che preferisce vivere con temperature tra fra 14° e 0° e che tollera in estate un calore non troppo forte. La temperatura ottimale per svolgere al meglio il ciclo vitale è compresa tra 15 °C e 18 °C. Sopporta abbastanza bene il freddo: la fase di massima resistenza è lo stadio '4-5 foglie'. Il pisello teme molto i ristagni d'umidità, che rendono il terreno freddo e asfittico. Non ha esigenze particolari riguardo al terreno tuttavia quelli più adatti sono quelli di medio impasto o leggermente sciolto, caldi, ben areati, profondo e con pH compreso tra 6,5 e 7,5.

 
I piselli sono perfetti per una dieta vegana e vegeteriana
L'Italia è un buon produttore europeo di seme di pisello
(Fonte foto: © Devanath - Pixabay)

Il pisello è la seconda specie in Italia con 1.271 ettari per quanto riguarda la moltiplicazione del seme di specie ortive (Fonte Assosementi, 2016). Al primo posto il ravanello con 2mila ettari. Discorso a parte merita il coriandolo che nel 2016 ha interessato una superficie di oltre 23mila ettari. La distribuzione delle superfici di moltiplicazione non è uniforme a livello nazionale, ma concentrata in alcune regioni: circa il 70% dell’area dedicata alla produzione di sementi ortive e aromatiche è circoscritta principalmente in Emilia-Romagna, Marche e Puglia.

Come tutte le leguminose anche il pisello non ha bisogno di concimazioni azotate, se non in casi particolari. E' però importante intervenire con dei concimi a base di fosforo (P2O5): si indica mediamente la quantità di circa 60-80 Kg/ha (dato che deve essere però verificato caso per caso, in base ad un'analisi del terreno). Per quanto riguarda il potassio (K2O), invece, è bene somministrarlo solo ed esclusivamente se si tratta di terreni poveri di questo elemento.

Autore: Lorenzo Cricca

In questo articolo

Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

In questa sezione...

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®
® marchi registrati Image Line srl Unipersonale (1990 - 2020)