Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Dolcetta o valerianella Valerianella locusta L.

Dolcetta o valerianella - Plantgest.com
Descrizione della pianta
La valerianella o dolcetta o Valerianella locusta o semplicemente valeriana è una pianta erbacea da orto appartenente alla famiglia delle Valerianacee. Non è da confondersi con l'omonima Valeriana officinalis, che fa comunque parte delle Valerianacee. Conosciuta anche con il nome di soncino, dolcetta, gallinella e lattughella. E' coltivata per produrre foglie fresche da insalata. E' caratterizzata da un basso valore energetico e da un elevato contenuto in vitamine e sali minerali. 

Ultime varietà in commercio

Cerca le varietà di dolcetta o valerianella
 oppure  Vai alla ricerca avanzata
E' pianta erbacea a ciclo annuale quando si semina in inverno e biennale quando si semina in primavera. Quello che più interessa dal punto di vista alimentare sono le piccole foglie basali, ovali e carnose disposte a rosetta. Da questa rosetta poi, se non viene recisa preventivamente, la pianta emette uno stelo fiorale che può raggiungere i 30-40 cm di altezza con ramificazioni dicotomiche terminanti con mazzetti di piccoli fiori imbutiformi di colore bianco-azzurro. Il vero frutto è un achenio liscio, globoso, di colore grigio chiaro o scuro.
Esistono tendenzialmente due tipologie: la prima chiamata 'd'Olanda a Seme Grosso' (idonea alla coltivazione in serra) che produce semi grossi ed ha foglie allungate; la seconda chiamata 'Verde Cuore Pieno' (idonea alla coltivazione all'aperto) che produce semi più piccoli ed ha foglie più tozze.
La valerianella cresce in modo spontaneo nelle zone mediterranee e negli ambienti a clima temperato. Il seme germoglia a 7°C. Con temperature inferiori a 5°C la pianta cessa di vegetare. Nel periodo invernale nelle regioni del Nord le coltivazioni devono quindi essere coperte dal gelo. E’ da considerarsi una specie rustica e adattabile a diversi tipi di terreno, anche pesanti purché ben drenati e dotati di sostanza organica.
In linea generale per creare l'impianto si attua una semina a spaglio o in file che distano all'incirca 15-20 cm. Si attua una semina da primavera all'autunno in modo scalare, così da ottenere raccolte differenziate. Un ciclo dura normalmente 2-3 mesi. Esige una buona dose d'acqua, per cui è preferibile innaffiare sopratutto per cicli estivi e per piante coltivate in serra.  
La raccolta può essere manuale e meccanica. Nel primo caso, molto dispendiosa, si taglia la piantina recidendo sotto il colletto. Nella seconda, la più usata a livello professionale, si utilizzano delle macchine appropriate che tagliano a livello del colletto un tappeto di valerianella e poi lo traspostano tramite un nastro a dei bins posti posteriormente alla struttura.
La valerianella ha un basso potere calorico. Le poche calorie contenute sono di origine glucidica e proteica. E' ricca di fibra, sali minerali e vitamine. I sali minerali più rilevanti sono ferro e potassio, mentre per quel che riguarda le vitamine spiccano le concentrazioni di carotenoidi (pro-vit. A), acido ascorbico (vit. C), tocoferoli (vit. E) e acido folico.

Ultime news su Dolcetta o valerianella


Suggerimenti? Pensi che le informazioni riportate in questa pagina siano da correggere? Scrivici per segnalare la modifica. Grazie!

I nostri Partner

I partner sono mostrati in funzione del numero di prodotti visualizzati su Plantgest nella settimana precedente

Plantgest® è un sito realizzato da Image Line®